News Sport Adriaco del 1° marzo 2021

- La squadra Optimist al raduno sul Garda con la squadra Svizzera
- Andrea Tesei, Matteo Ledri e Raffaele Fredella, sono i tre soci YCA del Team di Luna Rossa che ha vinto la Prada Cup e sfiderà ETNZ per la 36ma Coppa America
- Eugenia Schiavon con Anna Tesser alla Carnival Race per 420
- Massimilano Antoniazzi è secondo nei 4.7 alla prima tappa dell’Italia Cup per la classe Laser ad Andora. In gara anche Anna Pagnini e Gaia Fabris

La squadra Optimist al raduno con la squadra Svizzera sull’Alto Garda
Riva del Garda 16-21 febbraio

la squdra yca al raduno di riva del garda
La squadra Optimist YCA al raduno sul Lago di Garda

Con la sospensione - a causa della pandemia in corso - delle tradizionali attività della classe Optimist che normalmente si disputano nel periodo di carnevale, la squadra YCA ha organizzato un raduno tecnico nell’Alto Garda. La zona di Riva del Garda è una delle poche zone d’Italia che si sono attrezzate per ospitare questo tipo di eventi. Grazie alle buone relazioni internazionali dei nostri allenatori Tine e Luka, la squadra YCA ha condiviso gli allenamenti con la squadra nazionale Svizzera e, negli ultimi giorni, anche con gli atleti del gruppo GAN – formato dai migliori equipaggi nazionali della classe. E' stato un buon allenamento ed un confronto con i più forti specialisti dell'Optimist, in previsione delle prime regate di selezione nazionale, previste per metà marzo. Per il raduno sono state messe in atto tutte le precauzioni anti Covid richieste, con i tamponi prima della partenza e rigide disposizioni per i distanziamenti negli alberghi e nel circolo velico ospitante. Una decina gli atleti YCA presenti al raduno.

Andrea Tesei, Matteo Ledri e Raffaele Fredella, sono i tre soci YCA del Team di Luna Rossa che ha vinto la Prada Cup e sfiderà ETNZ per la Coppa America
Auckland (NZ), 20 febbraio

soci yca su luna rossa alla prada cup
Matteo Ledri, Andrea Tesei e Raffaele Fredella assieme ai componenti triestini del Team di Luna Rossa con la Prada Cup vinta ad Auckland in Nuova Zelanda

Con la vittoria nell’ottava regata, Luna Rossa si è aggiudicata la Prada Cup, battendo il Team Ineos UK per 7 a 1. Il 6 Febbraio sfiderà così il Team New Zeland per la 36ma edizione della Coppa America. Tra i numerosi triestini del Team di Luna Rossa, che hanno contribuito a questo storico risultato, ci sono anche tre soci dell’Adriaco. Ecco chi sono:

Raffaele Fredella (primo da destra) proviene dalle squadre agonistiche dell’YCA, prima con gli Optimist, poi con il Laser. È laureato in Ingegneria Nautica e specializzato in Nautical Engineering. Da anni vive tra la Liguria e la Toscana e si occupa della preparazione e progettazione del “running rigging” ai massimi livelli. È alla sua prima campagna di Coppa America nella quale, ovviamente, si prende cura di tutte le manovre correnti di Luna Rossa.

Andrea Tesei (al centro del gruppo) proviene anch’esso dal vivaio dell’Adriaco. Prima con gli Optimist, poi con il 420 ed infine con il 49er, a prua del fratello Giovanni. Assieme a Stefano Cherin e poi con Jacopo Plazzi, sempre con il 49er, ha raggiunto la top10 del ranking mondiale, con un argento nella finale di coppa del mondo nel 2015, selezionando la classe per le Olimpiadi di Rio, e con la medaglia di bronzo al Campionato Europeo del 2017. Da anni è anche attivo nei principali circuiti professionistici come l’Extreme Sailing Series, il World Match Racing Tour e Melges World League. Ad Auckland 2021 parteciperà alla sua prima Coppa America, nella quale rivestirà il ruolo di randista di riserva.

Matteo Ledri (il primo a sinistra nella foto) si è laureato in Ingegneria navale all’Università di Trieste. Dopo aver ottenuto ottimi risultati sia nelle derive che nelle imbarcazioni d'altura, si è specializzato in fluido dinamica (la scienza che permette di ottimizzazione la progettazione dei foils), nell’analisi delle performance, nel design parametrico e nell’ottimizzazione numerica, materie ormai strategiche su queste imbarcazioni e per le quali Matteo è ormai uno dei più qualificati specialisti mondiali. Infatti, Matteo è già alla sua terza campagna di Coppa America, dopo la prima con il team di Artemis, nell'edizione di San Francisco e la seconda, con il Team inglese di Ben Ainslie, nell'ultima edizione alle Bermuda.

Eugenia Schiavon con Anna Tesser alla Carnival Race per 420
Sanremo 18-20 febbraio

eugenia schiavon ed anna tesser alla carnival cup di sanremo bis
Anna Tesser (a sinistra) ed Eugenia Schiavon alla Carnival Cup 420 di Sanremo

La squadra 420, decimata dal COVID, si è presentata a Sanremo con un solo equipaggio, formato da Eugenia Schiavon assieme ad Anna Tesser ed accompagnate da Daniele Favretto. Sui 4 giorni di previsti, si è potuto regatare solo nella giornata di sabato, con tre prove di vento forte oltre ai 20 nodi ed onda molto formata. Condizioni veramente impegnative per il nostro equipaggio che paga – oltre alla giovane età - anche molti chili di differenza con gli altri equipaggi dell’alta classifica. “Regatava in tre, navigava in 10..... tutti ’i altri nudava!” è stato il commendo molto esplicito di un tecnico presente alla manifestazione.
Al termine delle tre prove Eugenia ed Anna terminano la serie al 19° posto, con un onorevole 11° posto nella seconda prova, ma compromesso da una sigla nella prima prova che, con tre sole prove completate, non è stato possibile scartare. 25 gli equipaggi classificati.
Il prossimo appuntamento per la classe 420 è previsto a Follonica, per la prima regata nazionale valida per le qualifiche per Mondiali ed Europei, a metà marzo.

Massimilano Antoniazzi è secondo nei 4.7 alla prima tappa dell’Italia Cup per la classe Laser ad Andora. In gara anche Anna Pagnini e Gaia Fabris
Andora 26-28 febbraio

anna pagnini, max antoniazzi e gaia fabris all'italia cup di andora quater
Anna Pagnini, Max Antoniazzi e Gaia Fabris alla tappa di Andora dell'Italia Cup della classe Laser

Ottimo inizio di stagione per Max Antoniazzi che nella prima tappa dell’Italia Cup della classe Laser, conquista un eccellente secondo posto. Si è regatato solo nella giornata di sabato, con tre prove di vento medio, nelle quali Max ha ottenuto un primo e due secondi posti, chiudendo solamente di un punto dietro al primo classificato.
Nel primo appuntamento dell’anno per i Laser, si sono ritrovati ad Andora più di 400 equipaggi, che sono stati suddivisi in quattro batterie di 4.7, quattro di Radial ed una per gli Standard, con l’organizzazione che nella giornata di regate ha portato a termine ben 27 regate.
La nostra squadra, accompagnata da Daniele Favretto, anch’essa limitata nel numero per un paio di casi Covid, è stata rappresentata, oltre che da Max, anche da Gaia Fabris che ha corso nella classe 4.7 e da Anna Pagnini nella classe Radial. Gaia ha terminato la serie al 48° posto su ben 160 classificati, con un buon 11° e 5° posto nella seconda e terza prova, compromettendo il risultato finale con un 37° nella prima, non scartabile. Anna Pagnini chiude la serie con un 16°, 11° e 19° che la portano a chiudere al 54° posto, ma 10ma femmina, su ben 207 classificati.
Considerate le croniche difficoltà di allenamento che il Golfo di Trieste riserva ai nostri atleti nel periodo invernale, possiamo considerare tutti questi risultati come molto positivi e di bon auspicio per il prosieguo della stagione.

Di seguito una Photogallery di queste news