News Sport Adriaco del 22 marzo 2021

-La squadra 420 alla prima tappa della Coppa Italia a Follonica
-Francesca Bergamo al 2° posto alla Liberty Bitcoin Youth Foiling World Cup con Young Azzurra
-Andrea Tesei, Matteo Ledri e Raffaele Fredella, terminano la loro avventura nella 36ma Coppa America
-La squadra Laser alla seconda tappa dell’Italia Cup di Formia, con Massimilano Antoniazzi ancora 2° nei 4.7.

La squadra 420 alla prima tappa della Coppa Italia a Follonica
Follonica, 12-14 Marzo

la squadra 420 a follonica 2020
La squadra 420 alla Coppa Italia di Follonica. Da sinistra Andrea e Luca Parmegiani, Eugenia Schiavon, Anna Tesser, Vittoria Teodori, Laura Cantatore

La quadra 420 al completo, accompagnata da Daniele Favretto, ha partecipato alla prima tappa della Coppa Italia, la serie di regate al termine delle quali verrà definita la ranking list sulla quale scegliere gli equipaggi che parteciperanno ai Campionati Mondiali ed Europei della classe.

Si sono disputate cinque prove, in tre giorni, con un nulla di fatto alla domenica per l’organizzazione della locale Lega Navale. Ben 96 gli equipaggi sulla linea di partenza, e divisi in due batterie, a dimostrazione della voglia di regatare dei ragazzi provenienti da tutta Italia. Al termine della serie il migliore dei nostri equipaggi è stato quello di Eugenia Schiavon con Anna Tesser, che chiudono la serie al 18° posto, 6° posto tra le femmine Under 19, in buona posizione per le selezioni. Per loro un 22°, 8°, 9°, 2° e 19, dimostrando un’ottima velocità con vento medio leggero. Peccato per qualche partenza nelle retrovie. Gli altri equipaggi terminano a metà classifica con Andrea e Luca Parmegiani al 45° posto e Vittoria Teodori con Laura Cantantore al 57°.

Francesca Bergamo al 2° posto alla Liberty Bitcoin Youth Foiling World Cup con Young Azzurra
Gaeta, 24 febbraio -12 marzo

francesca bergamo alla liberty bitcoin cup
Francesca Bergamo, in basso a destra, alla premiazione della Liberty Bitcoin Cup

Young Azzurra con a bordo la nostra socia Francesca Bergamo, ottiene un buon secondo posto alla Liberty Bitcoin Cup. L’aspettativa era quella di vincere la prima tappa, ma va bene anche un secondo posto perché il livello degli avversari era molto alto. A vincere sono stati gli olandesi di DutchSail. In acqua, nelle giornate finali, 6 equipaggi provenienti anche da Hong Kong, Svizzera, USA e UK.

La manifestazione è stata ideata da 69F Sailing e Royal Hong Kong Yacht Club ed è un evento dedicato a equipaggi misti Under 25 di tutto il mondo: la prima edizione prevede tre tappe in 12 mesi, questa di Gaeta è la prima tappa, la prossima è prevista a luglio sul Lago di Garda, mentre a gennaio 2022 l’evento conclusivo ad Hong Kong.

L’evento nasce come sinergia internazionale tra 69F Sailing, la società che ha ideato e prodotto i Persico 69F, la prima classe di barche foil per equipaggio al mondo, e il Royal Hong Kong Yacht Club. L’obiettivo è quello di unire lo spirito della vela giovanile alla formula 69F, e dare la possibilità alla prossima generazione di velisti e veliste di regatare in un contesto sportivo unico, su imbarcazioni foil capaci di esaltare lo spettacolo e il divertimento. La regata di fatto colma il gap dovuto all’annullamento della Youth America’s CUP.

Andrea Tesei, Matteo Ledri e Raffaele Fredella, terminano la loro avventura nella 36ma Coppa America
Aukland, 17 marzo

tesei fredella ledri 2021
Andrea Tesei, Raffaele Fredella e Matteo Ledri, hanno fatto parte del Team di Luna Rossa Prada Pirelli, nella sfida alla 36ma America's Cup ad Aukland

Come ampiamente raccontato dai media specializzati, ma anche da quelli generalisti, con la vittoria 7 a 3 da parte del Emirates New Zeland Team, si è conclusa l’avventura di Luna Rossa Prada Pirelli nella 36ma Coppa America. Sono stati 5 giorni di regate appassionanti, che hanno fatto svegliare alle 4 di mattina milioni di italiani e nelle quali il team italiano ha dimostrato di essere alla pari dei “defenders”. Forse addirittura superiore nelle fasi di partenza, ma con un’imbarcazione mediamente più lenta. I Kiwi, quando sbagliavano non prendevano troppo distacco, nei pochi errori di Luna Rossa i “castighi” erano sempre pesanti. Come si sa, la velocità è sempre la migliore tattica. Si chiude l’avventura comunque a testa più che alta, con tre vittorie, che rappresentano un record per tutte le sfide italiane arrivate in finale, e l’orgoglio di aver impensierito i neozelandesi per le prime tre giornate.

Come raccontato nella precedente News letter, del Team di Luna Rossa, tra i sette triestini, facevano parte anche tre soci dell’Adriaco, imbarcati nell’avventura fin dal 2018: Andrea Tesei (vice randista), Raffaele Fredella (riggher) e Matteo Ledri (ingegnere del team di progettazione). Complimenti ancora a tutti.

La squadra Laser alla seconda tappa dell’Italia Cup di Formia, con Massimilano Antoniazzi ancora 2° nei 4.7.
Formia, 19-20 marzo

massimiliano antoniazzi sul podio all'italia cup di formia
Max Antoniazzi sul gradino più alto del podio nella classifica Boys 4.7, all'Italia Cup di Formia

Ancora un ottimo secondo posto per Max Antoniazzi, nella seconda tappa dell’Italia Cup della classe Laser che si è disputata a Formia per l’organizzazione del locale Circolo Nautico Caposele. Si sono disputate 8 prove in tre giorni, con vento medio, a tratti sostenuto, nelle quali Max, nella classe 4.7, ottiene ben 5 vittorie, un 4°, un 3° ed un BFD. Ciò non è bastato per conquistare il primo posto, andato a Gaia Bolzonella (CVTorbole), con appena un punto di vantaggio. Come definito dal Bando di Regata, Max ottiene comunque la vittoria nella flotta Boys Overall.

Tutte le prove sono state mappate dal traker di Metasail con la possibilità di seguire le regate anche in differita. Molto emozionanti le prove di Max, specialmente l’ultima, nella quale, pur girando la prima boa al 20° posto, è riuscito a recuperare fino a raggiungere il 3° posto all’arrivo.

In gara nella classe 4.7 anche Gaia Fabris, che si deve accontentare di un 16° posto nella flotta Silver (i secondi 60 equipaggi dopo le prime 6 prove), 19ma femmina totale. Condizioni meteo non proprio favorevoli a Gaia che preferisce le condizioni di vento un po’ meno sostenuto. 179 i concorrenti classificati nella classe 4.7, suddivisi in tre batterie.

In classe Radial, su 185 equipaggi in acqua divisi in tre batterie, Anna Pagnini termina la serie delle 8 prove al 10° posto della flotta Silver (in Gold regatavano i primi 66 equipaggi dopo 6 prove). Il risultato del 76° posto è però ingannevole. A guardar bene, nella classifica totale, Anna termina 10ma femmina, e 3a femmina Under19. Va considerato che nella flotta Radial navigano anche le Femmine della squadra nazionale, come Silvia Zennaro, vincitrice della tappa e selezionata per rappresentare l’Italia alle prossime Olimpiadi.

Nella trasferta i nostri ragazzi sono stati accompagnati da Daniele Favretto.